L’Italia è destinata ad un futuro “DISABILE”

L’Italia sta investendo nell’istruzione. I dati ce lo dicono, tutti i docenti di sostegno stanno entrando di ruolo, lasciando di fatto scoperte le cattedre per le persone “normodotate”. Ciò significa che tra un decennio circa ci troveremo negli uffici,  nelle forze dell’ordine, nell’esercito, nelle pubbliche amministrazioni, nelle università, negli istituti di ricerca, nelle imprese private una grandissima maggiornaza di dipendenti “diversamente abili”.

Che bello!

I normodotati saremo tutti barboni sotto ad un ponte…!

STORIELLA non Verosimile ma vera:
Anni fa insegnai da precario per una supplenza, in classe avevo alcuni ragazzi in H, alcuni dei quali con obiettivi minimi, per i profani: lo studente per una qualsiasi inabilità parziale nell’apprendimento viene seguito da un docente di sostegno, alcune volte anche da un tutor che lo accompagna negli esercizi, pagato, anche a casa. Non era questo il caso, cioè col tutor, ma solo col docente di sostegno. Devo dire che spesso, e non me ne abbiano i colleghi docenti di sostegno, si tende a “tagliare”, nel senso che allo studente seguito, tra gli altri (che divengono sempre più lontani dall’essere “normodotati” nel senso che di anno in anno si abbassano gli obiettivi per tutti), viene consegnato un “lasciapassare” che di fatto si conclude con un diploma davvero “regalato”.
Oggi, attendendo la mia “presunta” collocazione da precario (fase C) e andando presso l’istituto di credito parzialmente statale per controllare la mia disoccupazione (poche centinaia di euro), riconosco uno dei miei studenti (sesso omettendo) che in H avevano in realtà beneficiato del “lasciapassare”. Seduto alla cassa faceva operazioni contabili, sbrigava pratiche ecc…
NON ME NE ABBIANO le categorie protette… ma io ancora precario devo fare i salti mortali per vivere… Credo che in Italia vige la legge per chi è nella “fascia protetta” ma credo che, fondamentalmente, l’Italia si faccia scudo delle fasce protette per i grandi interessi economici che la reggono. Corsi di formazione, corsi TFA, Tutoraggio (spesso gestiti da cooperative di tipo politico), assistenza domiciliare con mezzi, gestione di supporti per l’apprendimento diversamente abile (editori e software). Per non parlare degli altri campi della “fascia protetta” che liquiderei con la celebre definizione di “casta politica” ma anche religiosa, (vedi docenti di religione). La casta degli “ordini”, in primis i medici di base che guadagnano senza nemmeno lavorare, nel senso che anche se non vado dal mio medico lui riceve una quota per ogni paziente in carico (inaudito), poi i giornalisti, i sindacalisti, gli avvocati e voglio mettere in ultimo, ma davvero non sono ultimi, gli interessi economici miliardari investiti sull’emigrazione, ovvero sugli esodi di vaste popolazioni africane e non, che puntualmente vengono “accolte” nel nostro paese nei campi di “concentramento” profughi e via discorrendo… cooperative, società ONLUS ecc…

Sarà l’Italia delle fasce protette a distruggere l’Italia dei Normodotati… forse conviene fare finta di essere testa di minchia…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...