Europa unita del cazzo… buon 2017!

Che dovrei dire… senza parole…

 

 Studenti italiani «schedati» a Londra Il Foreign Office si scusa: «I moduli con le 4 sigle verranno corretti»

Il Foreign Office di Londra porge scuse formali all’Italia dopo la protesta dell’ambasciatore Terracciano che aveva sollevato il caso degli studenti italiani classificati con 4 diverse etnie per l’ammissione negli istituti inglesi

di Raffaella Cagnazzo

Uno dei moduli richiesti ai genitori al momento dell’ammissione nelle scuole britanniche

Uno dei moduli richiesti ai genitori al momento dell’ammissione nelle scuole britanniche shadow

Londra: «I moduli saranno corretti»

È stato proprio l’ambasciatore d’Italia a Londra ad aver riferito delle scuse del Foreign Office. Pasquale Terracciano ha raccontato di aver ricevuto una telefonata che preannuncia un messaggio formale di scuse scritte dopo la protesta di martedì. La rappresentanza italiana in Gran Bretagna, infatti, aveva sollevato il caso di fronte alla richiesta di ammissione di diverse scuole in Inghilterra e Galles che online chiedevano ai genitori «di specificare l’etnia e la prima lingua» del figlio (una pratica amministrativa in uso dal 2006). Dove gli italiani, per codice linguistico, trovavano quattro sigle: «Ita» ovvero italiano, «Itaa» a significare altri italiani, quindi «Itan» intendendo Italian Neapoletan e «Itas» ovvero Italian Sicilian. Differenziazioni che avevano suscitato lo sgomento da parte dell’ambasciatore a Londra e quindi aperto il caso. Ora le scuse di Londra che fa sapere che i moduli ‘incriminati’ verranno corretti. «Anche se tale errore non ha avuto alcun impatto sull’istruzione ricevuta dagli alunni italiani nel regno Unito, il governo britannico esprime il proprio rammarico per l’accaduto e per le offese da questo eventualmente arrecate. Il ministero dell’Istruzione britannico ha modificato i codici in questione e da oggi tutti gli allievi di madrelingua italiana saranno classificati sotto un unico codice» si legge nella dichiarazione del governo britannico.

 «Episodio minore ma preoccupante»

«Sono soddisfatto. È un episodio minore, ma preoccupante perché l’ignoranza può essere il brodo di cultura dell’intolleranza» ha fatto sapere l’ambasciatore Pasquale Terracciano dopo aver ricevuto le scuse dal ministero britannico . «Oggi in Europa dobbiamo fare uno sforzo per ricercare i punti che uniscono e ci accomunano» ha detto parlando con RaiNews24 Terracciano. L’ambasciatore italiano ha spiegato inoltre che il ministero degli esteri britannico condivide le perplessità italiane: «Vogliamo capire come sia potuto succedere, ma intanto s’impegnano a chiedere di modificare quei moduli».

© RIPRODUZIONE RISERVATA fonte:http://www.corriere.it/esteri/16_ottobre_12/studenti-italiani-schedati-londra-foreign-office-si-scusa-moduli-le-4-sigle-verranno-corretti-9110d1b2-9070-11e6-824f-a5f77719a1a0.shtml
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...